AMEA
IKION, Patitiri, Alonissos  Share 
Tel.:(+30) 24240 66360/(+30)24240 65639/Fax:(+30) 24240 65736
email info@ikion.com | Bassa stagione, tel./fax:(+30) 210 6397865  Book Online 
 
  Pagina iniziale Prezzi-prenotazioni Offerte & Eco-Annunci
  ISOLE DESERTE

PERISTERA

Ad Oriente di Alonissos, con un'estensione di 16 Km² e con la cima più alta di 259 metri, è l'isola disabitata più vicina. Ci sono alcune spiagge interessanti a sud-ovest e ormeggi sicuri nella baia di Vassilikò e in quella di Peristeri. È citata anche come Evònimos, ma anche come Xirò.

KYRA PANAGIA
Si trova a nord-est di Alonissos; ha un'estensione di 25 Km² ed è la più grande delle isole deserte. È un possedimento del monastero di Meghistis Lavras sul Monte Athos, al di fuori dei suoi confini, dove c'è un monastero senza monaci. Notevoli e sicuri sono i suoi due porti naturali. Agios Petros (San Pietro) a sud-ovest e Planitis a nord-est. È citata anche col nome di Pelagos o Pelagonisi. Tutti gli elementi avvalorano la tesi che Kyrà Panagia sia da identificare con l'antica Alonissos, l'Atlantide scomparsa delle Sporadi Settentrionali.

YIURA
A nord-est di Kyrà Panagia e a nord-ovest di Piperi, con un'estensione di 11 Km2, la cima più alta di 570 metri, viene identificata come l'antica Gerontia. Le ultime scoperte fatte durante gli scavi archeologici in una grotta dell'isola, convalidano la versione secondo cui questa è l'isola del Ciclope Polifemo, accecato da Ulisse nell'Odissea di Omero. È imponente, rocciosa e impervia, ed è il luogo ideale per la sopravvivenza di una specie rara di camoscio lì presente.
  SKANTZOURA
È situata a sud-ovest di Alonissos, tra Alonnisos e Skiros, con un'estensione di 8 Km² e con la cima più alta di 107 metri, viene identificata come l'antica isola di Scàndira e costituisce inoltre un possedimento del Monte Athos pur essendo al di fuori dei suoi confini. Al centro dell'isola si trova il monastero abbandonato. Intorno all'isola di Skantzoura c'è un complesso di isolotti rocciosi e a sud-ovest c'è una zona di ancoraggio sicura.

PIPERI
A sud-est dell'isola di Kirà Panagia e Yioùra, con un'estensione di 8 Km² e con la cima più alta di 352 metri, c'è l'isoletta di Piperi che costituisce il nucleo del Parco marittimo.
  PSATOÙRA
La più settentrionale delle ''Isole deserte'', con un'estensione di 2 Km² e con la cima più alta di 15 metri, con l'omonimo faro che domina nel centro è di origine vulcanica e costituisce un paesaggio meraviglioso. Bellissima è anche la sua spiaggia che grazie alle sue origini vulcaniche è unica e sui fondali si riescono a vedere ancora resti antichi. Dagli storici viene identificata come l'antica Chrisì.

DIO ADELFIA (Due fratelli)
A circa 4 miglia a sud di Alonissos, si trovano gli isolotti rocciosi ''Dio Adelfia'' con la cima più alta di 178 metri. Sull'isolotto del ''grande fratello'' c'è il punto in cui sono permesse le immersioni con un apparecchio che consente un'immersione autonoma (lo scafandro) e solo dietro permesso rilasciato dalle autorità portuali.
  PARCO MARITTIMO

La necessità di proteggere la foca mediterranea costituisce il motivo per cui è stato creato il parco marittimo. I primi tentativi sono iniziati nel 1983 con la firma di una convenzione tra il Ministero dei Lavori Pubblici e dell'Ambiente (YPECHODÈ) e la Comunità Europea, per realizzare le prime ricerche allo scopo di esaminare il valore ambientale della zona.

L'area del parco è ideale e racchiude un naturale ecosistema mediterraneo molto armonico ed equilibrato. Le grotte in superficie, le stalattiti e le stalagmiti, le spiagge e le grotte sottomarine hanno un interesse non solo estetico ma anche biologico. L'evoluzione biologica e geologica delle Sporadi Settentrionali affonda le sue radici fin dai tempi preistorici, quando le isole esistenti costituivano una penisola unita al Pilio.

La foca mediterranea (monachus-monachus) oggi rischia di scomparire e la più grande popolazione a noi nota si trova proprio nelle Sporadi Settentrionali. La ricca flora e fauna delle isole deserte è ideale per le esigenze di alimentazione della foca e presenta le condizioni adatte per la sua riproduzione. L'isoletta di Piperi è il rifugio naturale per la foca mediterranea e per questo motivo è vietato accostarsi a meno di 3 miglia dall'isola. Avvicinarsi è permesso solo a gruppi di ricercatori con un permesso speciale.

Le isole deserte a nord-est di Alonissos sono un paradiso per la vita selvaggia. L'isoletta di Yioura è un paradiso botanico per le sue piante rare e specie rare. Su di esse vive anche l'unica specie rara di camoscio. Sulle rocce scoscese di Skantzoura trova rifugio una specie rara di falco. A Yièraka (estremità settentrionale di Alonissos) sono stati costruiti degli impianti allo scopo di ospitare attività di ricerca, nell'area del parco marittimo.

L'attuazione del parco marittimo, la sorveglianza della zona, e non solo per la protezione della foca monachus-monachus e delle altre specie rare, contribuiscono a creare un ambiente turistico di alta qualità e allo sviluppo economico della zona.
Cliccare qui per il video sulle foche
sitemap    Alonissos Villas    Ammos Villa    Links
Ikion Hotel Alonissos © 2010-2012, All rights reserved
designed by clickhere.gr © 2010-2012, All rights reserved