AMEA
IKION, Patitiri, Alonissos  Share 
Tel.:(+30) 24240 66360/(+30)24240 65639/Fax:(+30) 24240 65736
email info@ikion.com | mobile: (+30) 6945 667301  Book Online 
 
  Pagina iniziale Prezzi-prenotazioni Offerte & Eco-Annunci
  Alonissos (Liadr˛mia) Ŕ una verdissima e pittoresca isola delle Sporadi Settentrionali con una estensione di 64 chilometri quadrati. Con le isolette che la circondano (PeristerÓ 16 km▓, KyrÓ Panagia 25 km▓, Yiura 14 Km▓, SkÓntzoura 12 Km▓, PipŔri 8 Km▓, Psatho¨ra 1 Km▓, Dio Adelfýa 3 Km▓ ecc.) si raggiungono in totale circa 145 Km▓.


La sua cima pi¨ alta Ŕ di 476 metri sul monte Kouvo¨li; seguono, poi, il Monte YieladiÓs (456 m), Kal˛voulos (355 m), Tourk˛vigla (343 m), Voun˛ (255 m).


La parte meridionale dell'isola Ŕ coltivabile e su di essa si sono insediati e vi svolgono attivitÓ gli abitanti, i quali fino alla fine degli anni '70 erano per la maggior parte contadini e pescatori. La parte settentrionale Ŕ sterile e rocciosa, con conformazione geofisica diversa che in molti punti dÓ vita ad un paesaggio particolarmente idilliaco.
  Pali˛ Chori˛ (Liadr˛mia Alonissos) che era il capoluogo dell'isola, Patitiri, il pittoresco porticciolo, divenuto l'odierno capoluogo e il paesino costiero V˛tsi ne costituiscono il suo tessuto edilizio e la sua popolazione composta da circa 3.000 anime, Ŕ ripartita principalmente fra questi tre insediamenti.

Alonissos Ŕ piena di alberi di pini, lecci, corbezzoli, lentischi ecc. Fra le colture predominano gli olivi e i mandorli.

Da un punto di vista amministrativo l'isola appartiene alla provincia di Skopelos nella regione Maghnisias e ecclesiasticamente alla Diocesi metropolitana di Chalkida.

Alonissos Ŕ, per grandezza, la terza della serie delle isole delle Sporadi Settentrionali. Ha assunto questo nome con la costituzione dello Stato greco, dopo la liberazione dal giogo turco.
  Nell'antichitÓ fino al periodo classico, l'isola si chiamava ed era nota come IKOS. La cittÓ antica Ŕ andata sommersa prima del periodo paleolitico. IKOS era situata lý dove oggi si trova il porto di KOKKINOKASTRO e le rovine della cittÓ si scorgono sul fondo del mare.

I resti del periodo preistorico ritrovati ad Alonissos (mura ciclopiche, fortificazioni, ossari, ecc.) stanno a dimostrare quanto poco sia nota a noi quest'isola, la cui lunga storia si perde nella notte dei tempi. Pur tuttavia Ŕ certo che fu abitata, come tutte le isole delle Sporadi Settentrionali, dai D˛lopi, della antica stirpe dei Pelasgi che col tempo si trasformarono in pericolosi pirati e flagello dell'Egeo. Per affrontarli si mosse la flotta ateniese al comando di Cimone, il quale li annient˛ e annesse tutte queste isole allo stato di Atene.

Successivamente Filippo il Macedone mise gli occhi su Alonissos, fatto che indusse il grande retore dell'antichitÓ Demostene a scrivere la sua orazione su Alonissos.

Durante gli anni dell'Impero Bizantino godette di un certo splendore, fatto rilevabile dai monumenti di quel periodo che ancora ora destano l'attenzione del visitatore e del ricercatore. In seguito fu conquistata dai Franchi che completarono le fortificazioni esistenti sull'isola ma alla fine fu sottomessa dai turchi, come tutto il resto della Grecia. Negli anni della turcocrazia (dominazione turca) non mostra nessun particolare interesse.
  Con i suoi pochi abitanti e gli scarsi raccolti segue lo stesso destino della vicina e molto pi¨ popolata Skopelos.

La stessa situazione continua anche dopo la costituzione dello Stato greco.

Negli ultimi anni con lo sviluppo del turismo mostra un certo interesse grazie alle sue bellezze naturali e alle sue caratteristiche ambientali.
Cliccare qui per video di Pali˛ Chori˛ e di Votsi
sitemap    Alonissos Villas    Ammos Villa    Links
Ikion Hotel Alonissos © 2010-2012, All rights reserved
designed by clickhere.gr © 2010-2012, All rights reserved